Studio “Analisi dei percorsi diagnostico-assistenziali e della relativa valorizzazione economica del cancro al polmone non a piccole cellule (NSCLC) a livello della Area Vasta Centro (Asl 104, 110 e 111) della Regione Toscana”

Il progetto ha come obiettivo la valutazione del burden epidemiologico, dei percorsi diagnostico-terapeutici e delle relativa valorizzazione economica della assistenza sanitaria ai pazienti con NSCLC. In particolare saranno esaminati:

  • Gli aspetti epidemiologici della patologia in termini di incidenza, prevalenza, sopravvivenza.
  • L’utilizzo di risorse sanitarie e il decorso ospedaliero anche in termini di durata della degenza, ospedalizzazioni, utilizzo prestazioni ambulatoriali specialistiche e farmaci.
  • La tipologia di terapia effettuata a livello ospedaliero ed ambulatoriale (chirurgia, chemioterapia, radioterapia) dei pazienti affetti da NSCLC
  • La valorizzazione economica delle prestazione di cui hanno usufruito.

I dati di interesse saranno acquisiti dai seguenti flussi informativi:

  • Schede di Dimissione Ospedaliera.
  • Referti anatomopatologici.
  • Prescrizioni specialistiche ambulatoriali.
  • Prescrizioni farmaceutiche extraospedaliere (flussi FED e SPF).

I flussi saranno integrati attraverso la procedura di data linkage correntemente utilizzata dal Registro Tumori, con successiva costruzione di un tracciato individuale anonimo, cronologico, che verrà utilizzato nelle fasi di analisi.

Tali aspetti saranno valutati utilizzando i casi di NSCLC incidenti nel biennio 2009-10 (stima circa 1.000 casi) e valutando le procedure diagnostico-terapeutiche effettuate nell’anno precedente, e nei tre anni successivi, la data di incidenza del tumore.

Il periodo di analisi sarà suddiviso per mesi dalla diagnosi e/o dal decesso, al fine di identificare, per quanto consentito dal decorso di questa patologia, generalmente breve, una fase di trattamento iniziale (primi 6 mesi), una fase di stato ed una fase terminale (ultimi 2-3 mesi prima dl decesso).

I risultati del progetto dovranno consentire di mettere a disposizione del Registro Tumori procedure di analisi dei PDTA basati sull’utilizzo dei flussi sanitari correrti, che, unitamente alla esperienza del progetto EPICOST recentemente concluso (coordinato dal ISS), potranno essere successivamente utilizzate anche per la valutazione di altre patologie oncologiche. Le analisi riguarderanno i pazienti residenti nelle ex Asl 104 (Prato), 110 ( Firenze) e 111 (Empoli) della Area Vasta Centro.

Il progetto ha la durata di 1 anno con termine a fine novembre 2017.

 

Centri partecipanti

ISPO (Studio monocentrico)

 

Enti finanziatori

Contributo economico da parte di MSD

 

Responsabile dello studio

SS infrastruttura registri

Adele Caldarella, medico, SC Epidemiologia Clinica

 

Partecipanti strutture ISPO

SS infrastruttura registri

Adele Caldarella, medico, SC Epidemiologia Clinica

Gianfranco Manneschi, statistico, Coordinamento statistico

Marco Ceroti, statistico, Coordinamento statistico

 

 

Collaboratori esterni presso ISPO

Giorgia Stoppa, laureata in economia sanitaria

Sara Piro, biologo

 

Per ulteriori informazioni contattare

 

Adele Caldarella a.caldarella@ispo.toscana.it